I Giovani PPD ticinesi crescono a livello federale

Dopo l’Assemblea Generale del 10 novembre 2018, Generazione Giovani PPD Ticino è tornata ad occuparsi dei diversi dossier aperti.

Il nostro lavoro si è sempre contraddistinto dalla capacità di comprendere i bisogni della gente e di impegnarsi secondo il pensiero federalista, sarebbe a dire dedicandosi alla politica non solo nei comuni e a livello cantonale, ma anche nei consessi a livello federale.

Il nostro movimento ha rafforzato così la propria presenza presso i Giovani PPD a livello federale. Il movimento giovanile popolare democratico a livello federale si occupa della coordinazione e del supporto delle sezioni cantonali e locali, oltre a impegnarsi nelle tematiche prettamente federali o intercantonali.
Circa un anno dopo aver mantenuto il seggio presso il Comitato federale (con Stefano Rappi, eletto nell’ottobre del 2017), la nostra sezione ha ottenuto un secondo posto, questa volta all’interno del segretariato svizzero dei Giovani PPD.

Damiano Pasquali, Vicesegretario a livello cantonale, è entrato in funzione in qualità di Sostituto Segretario Generale dei Giovani PPD Svizzera a partire dal 1° dicembre 2018. Le sue mansioni riguardano principalmente la messa in atto della strategia della campagna per le elezioni federali del 2019 e dei rapporti con la Svizzera romanda e la Svizzera italiana. In quanto membro del segretariato, a Damiano spetteranno diverse attività di natura amministrativa, partecipando anche alle riunioni del Comitato con funzione consultiva.

La nostra sezione augura a Damiano e all’intera organizzazione dei Giovani PPD Svizzeri un ottimo lavoro! 

 

A nome di Generazione Giovani PPD Ticino, 

 

Enea Monticelli                                                      Romolo Pawlowski
Presidente                                                              Segretario

Aggiornamento Binario 5: una proposta federale!

Il primo settembre 2018 Generazione Giovani ha presentato durante l’Assemblea dei delegati dei Giovani PPD svizzeri svoltasi a Ginevra la proposta conosciuta come “Binario 5”.

Generazione Giovani aveva già presentato il 31 agosto alla stampa ticinese la proposta per implementare e ottimizzare l’utilizzo dei mezzi di trasporto sulla lunga percorrenza.

La soluzione proposta da Generazione Giovani propone infatti la modifica dell’attuale offerta “binario 7” e la creazione di un nuovo abbonamento che permetterebbe agli studenti di viaggiare dalle 17.00 alle 5 del mattino senza dover fare il biglietto.

Il Presidente, Enea Monticelli, ha presentato ai delegati il progetto sottolineando le soluzioni concrete che l’abbonamento porta ai problemi da tempo affliggono i viaggiatori. I delegati hanno riconosciuto, infatti, che un abbonamento “binario 5” permette agli studenti di raggiungere le località più distante dal Ticino senza dover rinunciare al servizio urbano. Inoltre, permetterebbe di diluire il flusso dei passeggeri su una fascia oraria più ampia.

Gli studenti, i turisti e i lavoratori hanno, infatti, il diritto di aspettarsi un viaggio in sicurezza e un posto a sedere. Attualmente l’offerta delle FFS risulta essere carente da questo punto di vista, soprattutto in alcuni periodi dell’anno.

Ottenuta a larga maggioranza l’appoggio a livello federale, Generazione Giovani porterà avanti questa rivendicazione fino alla fine coordinandosi con il Comitato federale dei Giovani PPD svizzeri.

A nome del Comitato Direttivo,
Damiano Pasquali, Vicesegretario

Nuovo indirizzo email per GG Ticino

Generazione Giovani Ticino ha aggiornato il proprio indirizzo email, che sarà:

info@generazionegiovani.ch

Le email inviate al precedente indirizzo email verranno automaticamente inoltrate a quello attuale, tuttavia per un periodo limitato.

Con l’aggiornamento dell’indirizzo email principale, sono stati aggiunti pure gli indirizzi email personali di:

Grazie a esse, potrete contattare più velocemente i diretti interessati!

L'Ufficio presidenziale ha optato per degli username interscambiabili facilmente. La ragione principale è la volontà di rimanere il più flessibili possibile. In questo modo, chiunque può accedere alle cariche interne senza problemi burocratici e informatici e si garantisce il principio interno della formazione, che permette ai membri di comitato di far parte facilmente dell'Ufficio presidenziale, assumendosi responsabilità e compiti.


Romolo Pawlowski
Segretario