Comitato

Cambio ai vertici di GG Ticino

Le elezioni del 7 aprile 2019 hanno coinciso con il cambio di presidenza di GG Ticino: ad Enea Monticelli è subentrato Tommaso Merlini.

I risultati delle elezioni sono stati abbastanza soddisfacenti: malgrado le forti pressioni e la perdita di un seggio, il PPD ha confermato la sua forza politica e GG ha ottenuto due nuovi giovani Gran Consiglieri nel gruppo parlamentare. Facciamo dunque i nostri migliori auguri a Claudio Isabella e ad Alessio Ghisla.

Di regola, il mandato presidenziale è di un anno. A causa del periodo elettorale, il 10 novembre scorso, il comitato di GG ha deciso di prolungare la presidenza di Enea Monticelli fino al 7 aprile 2019, giorno in cui è entrato, appunto, in carica Tommaso Merlini. La decisione è stata presa con lo scopo di evitare una discontinuità prima delle elezioni cantonali.

Tommaso Merlini ha 25 anni, vive ad Agno ed è consulente di direzione in una banca del Luganese. La sua vecchia carica, quella di Vicepresidente Sottoceneri di GG Ticino, è stata presa a sua volta da Damiano Pasquali, 22enne di Riva San Vitale e studente di diritto a Friburgo, che ricopriva già la carica di Vicesegretario, mentre Enea Monticelli, 23enne di Lumino, docente di scuola elementare, è stato nominato Vicepresidente Sopraceneri e potrà garantire un pieno successo grazie alla sua esperienza.

Vengono poi confermati Romolo Pawlowski, 23enne di Losone, anche lui studente di diritto a Friburgo, nel ruolo di Segretario e Ivan Monaco, 25enne di Mezzovico-Vira e Vicesegretario comunale, nel suolo di Responsabile delle finanze. La giovanissima Selene Tajana, di Lumino e che compirà a breve 18 anni, è stata nominata Vicesegretaria.

Si ringrazia infine Caterina Calzascia per il suo importante contributo in qualità di Vicepresidentessa Sopraceneri. Caterina Calzascia rimarrà comunque in Comitato come semplice membro.

A nome del comitato di GG Ticino,

Selene Tajana
Vicesegretaria

Affare Tuto Rossi: lettera aperta a tutti i media del Cantone

Spettabili redazioni,

Oggigiorno è sicuramente importante soffermarsi ed interrogarsi sulle problematiche legate alla libertà d’espressione. Quando un commento è l’espressione di un’opinione politica e quando invece questo la oltrepassa? Molto spesso il confine è sottile e, soprattutto la destra xenofoba, sa di poterci giocare.

Nelle scorse ore è giunto alla nostra attenzione un video virale del signor Tuto Rossi, avvocato e noto esponente politico UDC (già sospeso dall’ordine degli avvocati ticinesi e condannato per amministrazione infedele ai tempi in cui era dipendente presso BancaStato), che davanti allo smartphone di un giovane ragazzo si esprime con toni che definire forti è un eufemismo.

Come si evince dal filmato allegato, il signor Rossi si rende protagonista non solo di affermazioni razziste, in questo caso nei confronti di rifugiati e richiedenti l’asilo (definendoli “negri”), ma anche discriminatorie all’indirizzo degli abitanti della Valle di Blenio (considerati retrogradi perché rei di “non aver mischiato il sangue e le razze con un po’ di sperma”).

Al di là del mero aspetto politico, riteniamo che queste frasi siano umanamente inaccettabili e per questo motivo le condanniamo con fermezza. La nostra disapprovazione è ancora maggiore dato che espressa da chi ricopre una carica politica ed istituzionale, svolgendo inoltre una professione che presupporrebbe un comportamento esemplare. Ricordiamo poi, che spesso e volentieri egli sia invitato in televisione e rediga articoli pubblicati sui nostri quotidiani e sui vari portali di informazione online.

Come Giovani PPD siamo profondamente scioccati dalla decadenza e dallo squallore che i toni del linguaggio politico ticinese hanno assunto. Sono ancora fresche nella memoria di tutti le sfortunate uscite della signora Pantani sul caso dei chierichetti di Chiasso, e ora, Tuto Rossi parla di “razze” e “negri” in un video che sta diventando virale anche per la volontà dello stesso (“püblical adess”). Il tutto condito da una mozione in Consiglio nazionale di Lorenzo Quadri, che sostiene che in Svizzera il razzismo non esista e che pertanto la Commissione sul razzismo vada abolita, in quanto veicola un messaggio sbagliato alla popolazione. Dopo questo video, siamo certi che a veicolare messaggi e comportamenti sbagliati siano ben altre figure nostrane!

Riteniamo che, nel 2018, certi modi di esprimersi e di pensare siano completamente fuori luogo e inappropriati. Ci chiediamo quindi, se sia opportuno o meno continuare a dar spazio a personaggi del genere e, con noi, invitiamo tutti i media a porsi lo stesso quesito. Smettere di dare visibilità a chi si comporta in questa maniera è probabilmente l’unico modo che abbiamo per fermare chi è desideroso di seminare rabbia, odio e malcontento fra i cittadini del nostro bel Cantone.

Come giovani, crediamo ancora in una politica basata su un sano, rispettoso e costruttivo scambio di idee, quella politica che ha portato la Svizzera in alto, e per la quale siamo pronti a lottare a denti stretti.

Bellinzona, 11 novembre 2018.

Enea Monticelli
Presidente, Consigliere comunale PPD a Lumino

Marco Baggi
Membro di Comitato, Consigliere comunale PPD a Serravalle

Romolo Pawlowski
Segretario, Consigliere comunale PPD a Losone

Generazione Giovani (GG) propone l’introduzione del rinnovo automatico della patente in prova a quella definitiva.

Lo scorso 11 maggio usciva un breve articolo di Damiano Della Bruna (membro di Comitato di GG) sul Corriere del Ticino riguardante la possibilità di modificare l’attuale sistema per il rilascio della licenza di condurre definitiva, rendendolo automatico. Procedura che è già in atto (oppure lo sarà) in diversi Cantoni della Svizzera come ad esempio Berna e Zurigo.

L’idea di fondo è quella di cambiare una procedura che attualmente genera solo burocrazia e costi, infatti il percorso per ottenere la licenza di condurre definitiva culmina con il conducente che deve inoltrare una richiesta scritta alla Sezione della Circolazione per concretizzare la fine del periodo di prova della propria patente. Procedura questa, che presenta delle evidenti lacune a livello di efficienza cosi come di utilità, visto che tutte le informazioni riguardanti l’assolvimento dei corsi complementari (Corsi 2 fasi) vengono già ora salvate in modo digitale. Perciò le basi per automatizzare questo processo sono già presenti e rendono pertanto la richiesta scritta solamente una formalità. Quindi perché non rendere questo ultimo passaggio automatico risparmiando da un lato sulla burocrazia e di conseguenza sui costi ed evitare al conducente il rischio di incappare in contravvenzioni nel caso la scadenza venga dimenticata?

Per i motivi elencati qui sopra il Gruppo PPD+GG presenterà una mozione con lo scopo di rendere il rinnovo della patente in prova a quella definitiva automatico. In quanto siamo convinti che questo “piccolo” cambiamento possa portare molti vantaggi, sia alle istituzioni sia ai neopatentati.

 

Bellinzona, 13 giugno 2018

Per il Comitato di Generazione Giovani:

Damiano Della Bruna, 079 550 81 30, damiano.dellabruna@gmail.com

Rinnovo delle cariche dell'Ufficio presidenziale di Generazione Giovani Ticino

Con l’inizio del nuovo anno, Generazione Giovani Ticino, movimento giovanile del Partito popolare democratico ticinese, aggiorna le sue cariche interne.
Dopo la propria elezione a metà novembre da parte dell’Assemblea annuale di GG Ticino, il Comitato si è riunito a inizio dicembre per definire i ruoli interni e discutere della struttura interna del gruppo.

L’Ufficio presidenziale di Generazione Giovani Ticino per il 2018 è dunque composto nel modo seguente:

  • Presidente: Enea Monticelli, classe 1994 di Lumino, in formazione per diventare docente di scuola elementare presso il DFA di Locarno e consigliere comunale;
  • Vicepresidente Sopraceneri: Caterina Calzascia, classe 1993 di Cugnasco-Gerra, studentessa in lavoro sociale e politiche sociali presso l’Università di Friburgo e consigliera comunale:
  • Vicepresidente Sottoceneri: Tommaso Merlini, classe 1993 di Agno e assistente di Direzione presso Banca Raffeisen;
  • Segretario: Romolo Pawlowski, classe 1996 di Losone, studente di diritto presso l’Università di Friburgo e consigliere comunale;
  • Responsabile delle finanze: Anna Tomasone, classe 1998 di Lugano, attualmente impegnata nel suo servizio militare volontario;
  • Responsabile formazione ed eventi: Marika Beretta, classe 1989 di Lugano, ispettrice del lavoro.

L’Ufficio presidenziale coordina il Comitato di Generazione Giovani Ticino, composto da Marco Baggi, Damiano Della Bruna, Riccardo Ferrari, Umberto Gatti, Ivan Monaco, Damiano Oleggini, Damiano Pasquali e Stefano Rappi, eletti all’Assemblea annuale svoltasi a novembre. Stefano Rappi, inoltre, ricopre il ruolo di rappresentante cantonale nel Comitato dei Giovani PPD svizzeri, in cui si occupa di pubbliche relazioni.

Il Comitato ringrazia il presidente uscente Ivan Monaco per lo splendido lavoro effettuato nel corso del 2017, grazie al quale il movimento giovanile ha ritrovato una struttura e una rinnovata unità. Inoltre, GG Ticino ringrazia pure Umberto Gatti per l’ottimo lavoro svolto e per l’impegno profuso in qualità di copresidente nel 2016 e di vicepresidente nel 2017.

Con questo nuovo Ufficio presidenziale e con un Comitato motivato, Generazione Giovani Ticino si impegnerà sempre a favore dei temi importanti per i giovani e per i ticinesi, concretamente e attivamente.

Generazione Giovani Ticino coglie pure l’occasione per augurare un felice anno a tutti.

 

A nome di Generazione Giovani Ticino,

Romolo Pawlowski
Segretario

Il Comitato di Generazione Giovani Ticino all'Assemblea annuale di novembre 2017.

Il Comitato di Generazione Giovani Ticino all'Assemblea annuale di novembre 2017.