Consegna firme

Petizione "Binario 5": consegna delle firme

Generazione Giovani PPD Ticino ha raggiunto l’obiettivo: più di 10'000 firme sono state consegnate oggi, martedì 19 marzo 2019 alle Ferrovie Federali Svizzere! I cittadini hanno fatto la loro parte, ora tocca alle FFS.

Dopo tre mesi dal lancio della petizione online, la raccolta firme si è conclusa. Per l’esattezza, 10'200 persone (soprattutto giovani) hanno sostenuto le proposte dei Giovani PPD ticinesi, denominate più semplicemente “Binario 5”, ma che in realtà chiedono una rivalutazione degli abbonamenti ferroviari offerti agli studenti.

La consegna è avvenuta oggi (19.03.19) a Bellinzona, dove i rappresentanti del nostro movimento si sono incontrati con Roberta Cattaneo, responsabile FFS per la regione sud, alla quale hanno affidato le numerose sottoscrizioni. Oltre ai rappresentati di Generazione Giovani, all’incontro era presenti anche Stefano Rappi, in rappresentanza dei Giovani PPD svizzeri. Infatti, le proposte contenute nella petizione non riguardano unicamente il Canton Ticino, bensì l’intera Svizzera. Il sostegno è stato infatti trasversale non solo dal punto di vista politico (Gioventù socialista e Gioventù comunista hanno sostenuto l’idea), ma anche da parte dei diretti interessati, in particolare da parte del Sindacato indipendente studenti e apprendisti, dell’Assemblea generale degli studenti dell’Università di Friburgo, dell’Unione delle associazioni universitarie svizzere (USU) e da molte associazioni studentesche ticinesi d’oltralpe.

Da oggi, la petizione diventa dunque un dossier sul quale le FFS sono tenute a chinarsi, soprattutto per ciò che concerne il servizio pubblico nell’ambito dei trasporti e gli abbonamenti offerti agli studenti di tutta la Svizzera. I Giovani PPD hanno fatto in questo senso un passo avanti, proponendo già delle soluzioni più che concrete, nello specifico:

  1. Estensione dell’abbonamento “Binario 7” (valido dalle 19:00 alle 7:00);

  2. Introduzione di un abbonamento supplementare “Binario 5” (valido dalle 17:00 alle 7:00);

  3. Estensione della qualità di studente per ottenere questi abbonamenti (quindi oltre gli attuali 25 anni, previa consegna di un certificato di frequenza);

  4. Validità di “Binario 7” e del prospettato “Binario 5” anche sui trasporti urbani.

Dopo l’odierno incontro, il Comitato di Generazione Giovani PPD Ticino è fiducioso nell’impegno delle FFS. Noi, come tutti gli altri giovani, restiamo in attesa di un’azione concreta per questa causa. Qualora questa non dovesse essere adeguata o non dovesse arrivare del tutto, i giovani torneranno a far valere le 10'000 voci che oggi sostengono questa petizione e queste proposte. Ricordiamo che queste ultime sono condivise in pieno anche dal Consigliere nazionale Marco Romano, che invierà al Consiglio federale durante la prossima settimana ulteriori due mozioni redatte in collaborazione con GG Ticino contenenti le medesime proposte.

  

A nome del Comitato di GG Ticino,

 

 

Enea Monticelli                                                           Romolo Pawlowski

Presidente                                                                    Segretario

Comunicato stampa - Consegna firme a favore dei giovani disoccupati

Petizione - 1'388 voci di cittadini preoccupati consegnate al GC

Sono 1'388 le firme raccolte dal nostro movimento a sostegno dei giovani che non hanno purtroppo ancora un impiego. Consegnate stamattina alle ore 10 al Presidente del Gran Consiglio Walter Gianora, ci auguriamo che le firme possano portare allo sblocco del già approvato articolo 10 della Legge cantonale sul rilancio dell’occupazione imponendo al nostro Legislativo di chinarsi nuovamente su questo tema a noi molto caro. 

Ricordiamo che nell'aprile del 2011 la Confederazione ha ridotto di molto le prestazioni e le misure a favore dei giovani disoccupati, penalizzandoli, e ha pure eliminato il loro diritto, dopo aver esaurito le indennità di disoccupazione, a partecipare ai provvedimenti di formazione o di occupazione, i quali hanno lo scopo di ridurre al minimo possibile la permanenza in disoccupazione del giovane e favorirne così l’inserimento nel mondo del lavoro. 

Il nostro Cantone, già a suo tempo, ha prontamente risposto contro queste negative misure federali che svantaggiano i giovani alla ricerca del primo impiego, modificando la Legge cantonale sul rilancio dell'occupazione (L-rilocc), inserendo delle prestazioni (indennità) a favore dei giovani, evitando così il ricorso all'assistenza sociale. Il Cantone ha pure varato delle misure di sostegno alla ricerca di un impiego. 

Il PPD con l'iniziativa parlamentare generica del 14.03.2011 presentata da Gianni Guidicelli e cofirmatari, ha voluto intensificare le misure proposte del Consiglio di Stato. Questa iniziativa, nonostante sia stata approvata dal Parlamento cantonale il 24 marzo 2015, non ha mai visto i frutti della sua applicazione, per motivi d'ordine politico e finanziario. 

Il Consiglio di Stato, in data 10 dicembre 2015, ha indicato che l'entrata in vigore delle misure proposte dal PPD (art. 10 L-rilocc) sarebbe stata stabilita in seguito. 

Generazione Giovani PPD Ticino e 1388 sottoscriventi, considerati anche il miglioramento delle finanze cantonali, le numerose difficoltà che incontrano i giovani a trovare un posto di lavoro al termine della loro formazione ed il crescente fenomeno dei giovani che ricorrono alle prestazioni assistenziali, chiedono l'entrata in vigore delle indennità straordinarie di disoccupazione entro l’estate del 2018. 

Lumino, 7 maggio 2018. 

Per Generazione Giovani PPD Ticino, 

Enea Monticelli
Presidente